Allontanarsi dalle zone d’ombra

                                       
                                           
dovrei distogliere lo sguardo
da quella stupida figura che
si sta fingendo vecchia
bannarla dagli specchi
                                                     
dovrei sottrarla all’invasione dei perché
alle palpitazioni fuori sincrono
ai pensieri che oscillano
tra fendenti di luce e ciò che capita al corpo
                                                          
questo dovrei fare
di guardia all’intelletto
battere a spada tratta la follia
la depressione della decadenza
                                   
e per amore
vivere ancora appieno
per i figli gli amici e tutto quanto
è dono, abbraccio, una parola detta
per distogliere il tempo
la mano di un bambino che accarezza

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...