Trait d’union

essere il mare
avere una memoria da risacca
ricordi soffiati nella testa
che affiorano e svaniscono
dissolti come onde nella rena

essere il suono
di chi cammina lungo la battigia
una cadenza appena percettibile
impronta dopo impronta
intonazione d’acqua

essere il tempo
dalla remota notte all’orizzonte
che ci racconta di destini e vita
tracciando sulla spuma
intrecci d’alghe

essere chi
conosce la tempesta ed il sereno
che sta nel mezzo d’ogni cosa, e che
disorientato dalle percezioni
grida l’amore al mondo
sperando in un abbraccio di ritorno

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...