Archivi tag: rena

Di_stanze

filigrane d’argento, i movimenti un tintinnio di scaglie serpentine le braccia la donna tutta in un cappello da spiaggia l’uomo in costume blu nel rosso tinto del giardino d’aceri erano come foto arrotolate banconote scadute nelle tasche passarono quegli anni … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Trait d’union

essere il mare avere una memoria da risacca ricordi soffiati nella testa che affiorano e svaniscono dissolti come onde nella rena essere il suono di chi cammina lungo la battigia una cadenza appena percettibile impronta dopo impronta intonazione d’acqua essere … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Discorso sulla ragione dei sassi

i guardiani del tempo segnano tacche ai vivi sul lastrico dei ponti _avviso agli aspiranti suicidi: siate prudenti_ le burrasche si abbattono improvvise bisogna abbandonare ogni progetto accaparrarsi il cielo prima che l’acqua si trasformi in pietra non ci si … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie del silenzio, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 17 commenti

Mari del nord

Guardala da lassù cielo che spargi nuvole sui morti e metti nomi d’acqua ai pesci sai che l’azzurro se n’è andato impera il grigio la donna ch’era prossima all’esilio traduce il mormorio delle conchiglie le litanie sommesse delle onde in … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie del silenzio, poesie dell'abbandono | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La spiaggia oltre il cancello

  passavano dei treni sulla strada ferrata che dal porto giungeva alla periferia di Napoli tra il rimessaggio delle barche e il muro dietro il collegio delle suore cordami e reti stese ad asciugare alghe intrecciate ai legni insugheriti noi … Continua a leggere

Pubblicato in poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Leggendo “Andenken”

“La fiumana sfocia. Ma toglie e dà memoria il mare, E l’amore anche affissa assidui occhi. Ma ciò che resta fondano i poeti” (Friedrich Hölderlin)   Da una riva d’alghe cresciute a grappoli piedi nell’acqua il tonfo, immagini cadute di … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 13 commenti

C’era e non c’era

                              sull’istmo che appariva e scompariva mont saint michel dell’anima _pareva_ la donna intermittente ci fu chi si confuse credendola un miraggio e le girò cinquanta volte intorno poi la bassa marea stese ricordi e li affidò alla rena … Continua a leggere

Pubblicato in CriBo, poesie | Contrassegnato , , , , , , , , | 10 commenti

Cetacei in via d’apparizione

la mente che spiaggiava le balene tuttavia le salvava da sconcertanti arresti quando i confini d’una scrivania separavano il cuore dalla testa accanto ad un oblò di scivolata _e sempre più distante il mare aperto_ assolversi dal pianto lasciarsi andare … Continua a leggere

Pubblicato in altri li annega il mare, poesie | Contrassegnato , , , , , , , | 6 commenti